Archivio Eventi

IMG_0688.JPG
IMG_0688.JPG

press to zoom
IMG_0629.JPG
IMG_0629.JPG

press to zoom
Cartolina+Terme+Caracalla_V1.jpg
Cartolina+Terme+Caracalla_V1.jpg

press to zoom
IMG_0688.JPG
IMG_0688.JPG

press to zoom
1/8
Visita guidata alle Terme di Caracalla

Roma, Viale delle Terme di Caracalla

9 Marzo 2014

 

Numerosa e molto interessata è stata oggi la partecipazione alle vestigia delle  Terme di Caracalla, uno dei più grandi e meglio conservati edifici termali dell'antichità. Le Thermae Antoninianae furono costruite alle pendici dell’Aventino per volere dell’imperatore Caracalla (Marcus Aurelius Antoninus) tra il 212 e il 217 d.C.

I nostri amici e sostenitori hanno potuto godere di una splendida giornata di sole primaverile che ha fatto da cornice al maestoso sito archeologico, descritto in ogni particolare dalla nostra archeologa.

 

Queste    terme    erano   le    più   sontuose    della    capitale    dell'Impero

        

romano, benché destinate all'uso di massa del popolino dei vicini quartieri popolari, mentre le classi sociali più altolocate erano solite frequentare le terme di Agrippa, quelle di Nerone o soprattutto le terme di Traiano sull'Esquilino. Le terme  di   Caracalla furono  superate  in grandezza solo da quelle, successive, di Diocleziano; tuttavia le rovine delle terme di Caracalla sono l'esempio più integro di grandi terme imperiali.

Per l'approvvigionamento delle terme, nel 212 fu creato un ramo speciale dell'Acqua Marcia, uno degli acquedotti di Roma antica, l'Aqua Antoniniana, che oltrepassava la Via Appia sull'Arco di Druso.

  
IMAG0816.jpg
IMAG0816.jpg

press to zoom
IMAG0818.jpg
IMAG0818.jpg

press to zoom
LocandinaMuseoMura.JPG
LocandinaMuseoMura.JPG

press to zoom
IMAG0816.jpg
IMAG0816.jpg

press to zoom
1/18
Visita guidata al Museo delle Mura

Roma, Via di Porta S. Sebastiano 18

25 Gennaio 2014

 

Dopo una settimana di pioggia, una splendida giornata di sole, un pò ventosa, ha fatto da cornice alla visita guidata al Museo delle Mura, che si trova all'interno di Porta San Sebastiano, una delle più grandi e meglio conservate delle mura aureliane. Di queste ultime si descrivono le vicende storico-politiche che portarono alla loro edificazione, e i motivi strategici della scelta del percorso.

Nello spazio museale si ripercorre la storia delle fortificazioni della città, quelle di età regia e repubblicana e quelle di Aureliano del III sec. d.C. In una delle sale, posta nella torre est, sono esposti quattro plastici ricostruttivi delle mura, che mostrano ai visitatori l'evoluzione architettonica e della tecnica  costruttiva delle  mura  nel corso  dei secoli,

mentre al centro della sala vi è una pianta di Roma che mostra tutto il circuito delle mura.

Sempre dalla torre est della porta, è possibile accedere alla terrazza, da dove si può godere di una splendida veduta di tutta la città, e al camminamento, lungo circa 350 e restaurato per il giubileo del 2000. Rimangono, uscendo dalla 3° torre della cinta muraria, dei resti di pavimentazione originale mentre, in alto, sulla lunetta vi è una Madonna con Bambino, probabile utilizzo della porzione delle mura come eremitaggio.

Pag 31 di 44

COME SOSTENERCI

Vuoi prendere parte attiva e far crescere La Stella di Lorenzo, oppure vuoi solo sostenerla dall'esterno?

Scopri come fare.

LE NOTIZIE E GLI EVENTI

Se vuoi essere aggiornato sugli eventi a cui parteciperanno rappresentanti de La Stella di Lorenzo per attività di informazione e di sensibilizza- zione, vai a questa pagina.

Qui invece puoi leggere le ultime notizie che riguardano l'Associazione.

PROGETTI IN CORSO

Vai a questa pagina per vede- re su quali progetti stiamo lavorando e chi stiamo aiutan- do.

​IL PROSSIMO PROGETTO

Se anche tu vuoi che nuove proposte diventino dei progetti de La Stella di Lorenzo, puoi dare il tuo contributo. Scopri come fare.